esterno musp

Finalmente un nuovo polo scolastico a Sassa

21 gennaio 2016

“Oltre il MUSP” ha lavorato per anni sulla proposta di ricostruzione della scuola a Sassa. Sono stati tra i primi, a L’Aquila, a portare avanti i paradigmi della cosiddetta “ricostruzione partecipata”, organizzando incontri, assemblee e tavoli tecnici per promuovere impegno e partecipazione della cittadinanza.
Questa partecipazione si è concretizzata grazie ai docenti, genitori e cittadini/e che hanno condiviso momenti significativi insieme, analizzando e approfondendo le conoscenze sul territorio della frazione di Sassa, ideando e progettando una nuova scuola ed insistendo sulla necessità di accelerare l’iter burocratico.

Attraverso un lavoro basato sulla visibilità, sulla trasparenza e sulla condivisione, hanno coinvolto altre forze associative, come quella di ActionAid, iniziando un lavoro sinergico assieme a loro.
Grazie alla petizione di ActionAid al premier Renzi “Matteofaiscuola”, che ha raccolto più di 6000 firme, hanno portato a Roma un autobus pieno di alunni, docenti e genitori, manifestando in Piazza Montecitorio la loro rabbia per il ritardo della ricostruzione scolastica nel territorio aquilano.
Il 9 maggio 2015, presso l’Auditorium del castello, la Commissione Oltre il Musp è stata invitata ad un incontro cruciale con l’amministrazione comunale e con l’architetto Mario Cucinella per definire le linee guida per la ricostruzione delle scuole sul territorio aquilano, tra le quali anche quella di Sassa.
Successivamente il 20 luglio 2015 ha avuto luogo la conferenza stampa in cui è stata annunciata ufficialmente la ricostruzione della scuola di Sassa e l’affidamento del masterplan del progetto all’architetto Cucinella e all’associazione aquilana Viviamolaq, con il supertutoraggio di ActionAid.

Oltre il Musp nei mesi successivi ha organizzato tavoli partecipativi aperti alla cittadinanza con l’obiettivo di delineare insieme la nuova scuola di Sassa.
Questa vittoria è la dimostrazione che la partecipazione attiva e condivisa, che la costruzione di reti umane nelle comunità porta a risultati grandiosi e a volte inaspettati.

Ancora nessun commento.

Vuoi lasciare un commento?